USOIL sale mentre i mercati controllano la Russia e le notizie sull’Iran

Russia Sanctions

I paesi occidentali hanno annunciato misure sempre più dure contro la Russia per aver invaso l'Ucraina. L'Unione europea ha annunciato durante il fine settimana un divieto sulle transazioni della banca centrale della Russia e un congelamento di tutti i suoi beni [1], con una mossa simile dalla Casa Bianca ieri.

Inoltre, l'UE ha deciso di escludere importanti banche russe dal sistema di pagamento internazionale SWIFT. I paesi occidentali si sono astenuti finora da un vero e proprio divieto del petrolio e del gas russo, perché questo infliggerebbe un dolore significativo anche a loro, ma il taglio SWIFT avrà probabilmente un effetto sulla fornitura di energia.

Il Canada è stata l'eccezione, poiché il primo ministro Trudeau ha annunciato la sua intenzione "di vietare tutte le importazioni di petrolio greggio russo ", anche se la mossa è per lo più simbolica, dal momento che in base ai commenti dello stesso premier "il Canada ha a malapena importato petrolio e gas russo negli ultimi anni " [2]

La guerra in Ucraina è entrata nel suo sesto giorno e i colloqui di pace di ieri tra i due paesi non hanno prodotto alcuna svolta importante. Resta da vedere se i colloqui riprenderanno, mentre il presidente ucraino Zelenskyy ha accusato la Russia di continuare a bombardare il suo paese durante i negoziati di ieri. [3]

Azioni societarie

Finora, abbiamo visto alcune aziende di alto profilo ripensare la loro esposizione in Russia e agire sulla base delle recenti sanzioni, con i giganti dell'energia BP e Shell che hanno annunciato la loro intenzione di uscire dal loro business nel paese.

BP ha detto domenica che venderà la sua partecipazione di quasi il 20% in Rosneft [4], mentre Shell ha annunciato lunedì la sua intenzione di uscire dalle sue joint venture con Gazprom e le entità collegate [5].

Mastercard ha pubblicato ieri una dichiarazione, dicendo che ha bloccato diverse istituzioni finanziarie dalla sua rete di pagamento, a causa delle sanzioni contro la Russia. [6]

Colloqui sul nucleare in Iran

I paesi occidentali e l'Iran avevano ripreso le loro discussioni a febbraio, per rilanciare l'accordo del 2015 per il contenimento del programma nucleare iraniano, che avrebbe eliminato le sanzioni sulle esportazioni di petrolio del paese.

Anche se nessun accordo è stato ancora raggiunto, ci sono state dichiarazioni durante questo periodo che hanno generato un certo ottimismo, con l'ultima arrivata oggi dal portavoce del Ministero degli Esteri iraniano.

Saeed Khatibzadeh ha twittato che "Un accordo è a portata di mano, se WH si decide. L'Iran è disposto, ma non aspetterà per sempre ". [7]

USOIL

La merce ha raggiunto i 100 dollari al barile per la prima volta dal luglio 2014 la scorsa settimana, dopo l'annuncio della Russia del suo attacco all'Ucraina, ma si è poi ritirata mentre i mercati digerivano la notizia e le sanzioni, allora poco convincenti.

Oggi, tuttavia, guadagna più del 2% mentre la guerra continua per il sesto giorno e le sanzioni contro la Russia sono diventate più dure. USOIL chiude di nuovo sui 100 dollari al barile, il che può aprire la porta per ulteriori guadagni verso e oltre 104,54.

Nonostante l'umore ottimista di questa settimana, la mossa sembra un po' sovraestesa da una prospettiva tecnica e la sua precedente visita sopra i 100 dollari, aveva scatenato la pressione di vendita. Se questo scenario si ripete, potrebbe portare la commodity verso 94.00, ma sarebbe necessario un forte catalizzatore per un declino più ampio sotto la EMA200 (a circa 89.00) che l'aveva supportata l'ultima volta.

Gli investitori ora attendono la riunione OPEC+ di domani, per vedere se il gruppo si atterrà al suo piano di produzione mensile e aggiungerà altri 400K barili/giorno al mercato.

Nikos Tzabouras

Senior Financial Editorial Writer

Nikos Tzabouras is a graduate of the Department of International & European Economic Studies at the Athens University of Economics and Business. He has a long time presence at FXCM, as he joined the company in 2011. He has served from multiple positions, but specializes in financial market analysis and commentary.

With his educational background in international relations, he emphasizes not only on Technical Analysis but also in Fundamental Analysis and Geopolitics – which have been having increasing impact on financial markets. He has longtime experience in market analysis and as a host of educational trading courses via online and in-person sessions and conferences.

Fonti

1

Consultato il 01 Mar 2022 https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/STATEMENT_22_1441

2

Consultato il 01 Mar 2022 https://twitter.com/JustinTrudeau/status/1498425069000867847

3

Consultato il 01 Mar 2022 https://www.youtube.com/watch

4

Consultato il 01 Mar 2022 https://www.bp.com/en/global/corporate/news-and-insights/press-releases/bp-to-exit-rosneft-shareholding.html

5

Consultato il 01 Mar 2022 https://www.shell.com/media/news-and-media-releases/2022/shell-intends-to-exit-equity-partnerships-held-with-gazprom-entities.html

6

Consultato il 01 Mar 2022 https://www.mastercard.com/news/press/2022/february/mastercard-statement/

7

Consultato il 26 Feb 2024 https://twitter.com/SKhatibzadeh/status/1498437683257004037

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}
Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.