USOIL in una situazione pericolosa mentre i mercati controllano i dati e le notizie di Covid dalla Cina

Analisi USOIL

I prezzi del petrolio sono rimbalzati la scorsa settimana, soprattutto grazie all'ottimismo per il rallentamento del ritmo dei rialzi dei tassi da parte della Fed e per l'allentamento delle rigide norme sul Covid-19 in Cina. Grandi città come Pechino hanno eliminato alcuni requisiti per le pandemie, mentre il secondo consumatore mondiale di petrolio ammorbidisce la sua strategia "zero Covid", ma le infezioni rimangono elevate.

L'impatto economico delle interruzioni della pandemia è stato evidente nei recenti comunicati della Cina e i dati commerciali di oggi sono stati deludenti. Le esportazioni e le importazioni, in termini di dollari, si sono nuovamente contratte a novembre, registrando il calo più marcato dall'inizio del 2020.

Nel frattempo, i recenti dati degli Stati Uniti, come il PIL, il rapporto sui posti di lavoro e l'attività dei servizi e gli ordini di fabbrica di lunedì, indicano un'economia robusta. Ciò ha rafforzato nuovamente le aspettative sul percorso di rialzo dei tassi della Fed, favorendo il dollaro USA e facendo scendere il petrolio americano questa settimana.

Venerdì l'Unione Europea ha concordato un tetto massimo di prezzo di 60 dollari per il petrolio russo trasportato via mare [1], mentre sul fronte dell'offerta l'OPEC+ ha optato per tagli alla produzione più profondi. Il gruppo ha mantenuto la decisione di ottobre di ridurre la produzione di ben 2 milioni di barili al giorno. [2]

L'USOil segna nuovi minimi del 2022 e rischia ora di rompere la EMA a 200 settimane (a 72,00-50), anche se rimaniamo cauti riguardo a una debolezza sostenuta sotto questo livello. In ogni caso, tale rottura porterebbe 62,41-61,72 sotto i riflettori.

L'indice di forza relativa (RSI) indica condizioni di ipervenduto che possono limitare il calo e dare all'USOil la possibilità di reagire più in alto. Tuttavia, un recupero al di sopra della 200EMA (metà 82,00), che metterebbe in pausa la tendenza al ribasso, avrebbe bisogno di un forte catalizzatore.

Nikos Tzabouras

Senior Financial Editorial Writer

Nikos Tzabouras is a graduate of the Department of International & European Economic Studies at the Athens University of Economics and Business. He has a long time presence at FXCM, as he joined the company in 2011. He has served from multiple positions, but specializes in financial market analysis and commentary.

With his educational background in international relations, he emphasizes not only on Technical Analysis but also in Fundamental Analysis and Geopolitics – which have been having increasing impact on financial markets. He has longtime experience in market analysis and as a host of educational trading courses via online and in-person sessions and conferences.

Fonti

1

Consultato il 07 Dic 2022 https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/IP_22_7468

2

Consultato il 02 Mar 2024 https://www.opec.org/opec_web/en/press_room/7060.htm

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}
Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.