USD/JPY si dirige verso la terza settimana di perdita mentre il mercato attende l’aggiornamento sull’inflazione USA

Analisi USD/JPY

La Federal Reserve statunitense è molto più avanti rispetto alle sue principali controparti nel percorso di inasprimento monetario e soprattutto alla Banca del Giappone, che attua ancora politiche ultra-allentate. La banca centrale statunitense ha già aumentato i tassi due volte per combattere l'inflazione e prevede di muoversi con altri 50 punti base nelle prossime due riunioni.

I verbali di mercoledì della riunione di questo mese hanno riaffermato il suo orientamento da falco e il suo impegno a combattere l'inflazione, ma non hanno aggiunto nulla di nuovo al discorso pubblico. Semmai, la Fed è apparsa un po' conservatrice, in quanto il presidente Powell ha escluso aumenti più consistenti di 75 punti base, affermando che si tratta di "qualcosa che il Comitato non sta considerando attivamente ".[1]

Sebbene Powell abbia recentemente cercato di riaffermare il carattere di falco della banca, i funzionari devono fare i conti con le prospettive di recessione, dato che la seconda lettura del PIL di ieri ha mostrato una contrazione dell'economia dell'1,5% nel 1° trimestre (su base annua). Inoltre, l'inflazione rimane elevata, ma ha mostrato una certa moderazione, che ha tolto un po' di tensione.

D'altro canto, l'inflazione core CPI in Giappone ha superato l'obiettivo del 2% della BoJ ad aprile, come hanno mostrato i dati della scorsa settimana. Questo potrebbe mettere sotto pressione la banca centrale giapponese affinché inizi ad abbandonare la sua posizione ultra-dovish.

Finora, tuttavia, non abbiamo visto tali intenzioni o un ripensamento di questa strategia. Secondo quanto riportato da Reuters, il governatore della BoJ Kuroda ha dichiarato che probabilmente i prezzi non aumenteranno in modo sostenibile e stabile. [2]

La coppia USD/JPY aveva toccato i massimi di vent'anni all'inizio di maggio, ma da allora è scesa e si avvia verso la terza settimana consecutiva negativa e un mese perdente. Ha registrato due chiusure giornaliere sotto l'EMA200 (linea nera) e una sotto il 23,6% di Fibonacci dai minimi di quest'anno ai massimi

Questo crea il rischio di una correzione più profonda verso il livello del 38,6% (124,51), ma potrebbe essere presto per parlare di una violazione di quest'area, mentre la nuvola Ichimoku giornaliera potrebbe fornire supporto.

Nonostante sia sulla difensiva e bloccato da livelli tecnici chiave, il biglietto verde si mantiene vicino a questi e mostra una certa resistenza. La correzione è piuttosto superficiale per ora e la tendenza più ampia è ancora positiva.

Pertanto, USD/JPY potrebbe trovare la possibilità di recuperare 128,00, ma i tori avranno probabilmente bisogno di un catalizzatore per rilanciare le loro aspirazioni ascensionali.

Nel calendario economico di oggi, spicca l'inflazione PCE degli Stati Uniti, un'uscita che potrebbe determinare la prossima mossa della coppia.

Nikos Tzabouras

Senior Market Specialist

Nikos Tzabouras is a graduate of the Department of International & European Economic Studies at the Athens University of Economics and Business. He has a long time presence at FXCM, as he joined the company in 2011. He has served from multiple positions, but specializes in financial market analysis and commentary.

With his educational background in international relations, he emphasizes not only on Technical Analysis but also in Fundamental Analysis and Geopolitics – which have been having increasing impact on financial markets. He has longtime experience in market analysis and as a host of educational trading courses via online and in-person sessions and conferences.

Fonti

1

Consultato il 27 Mag 2022 https://www.federalreserve.gov/monetarypolicy/fomcpresconf20220504.htm

2

Consultato il 17 Ago 2022 https://www.reuters.com/markets/asia/boj-kuroda-says-japan-inflation-stay-around-2-year-2022-05-27/

Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}