La Reserve Bank of Australia ha realizzato il più grande rialzo dei tassi in oltre 20 anni

Spostamento dei falchi

La Reserve Bank of Australia (RBA) è stata a lungo in ritardo rispetto alla maggior parte dei suoi principali omologhi nel normalizzare le politiche monetarie ultra-allentate attuate a seguito della pandemia COVID-19 per contrastare le ricadute economiche.

Nel corso di quest'anno, tuttavia, la banca centrale ha iniziato a essere più aggressiva e negli ultimi due mesi le cose si sono mosse rapidamente. All'inizio di maggio ha effettuato il primo rialzo dei tassi d'interesse in oltre 10 anni (di 25 punti base), ignorando le imminenti elezioni generali australiane, che secondo alcuni avrebbero potuto impedire l'azione.

Oggi, la RBA ha raddoppiato il suo orientamento da falco e ha aumentato i tassi di 50 punti base (allo 0,85%), superando le aspettative di base e facendo registrare il più ampio rialzo dal febbraio 2000.

Inoltre, il Consiglio prevede di compiere "ulteriori passi nel processo di normalizzazione delle condizioni monetarie in Australia nei prossimi mesi " e ha ribadito il proprio impegno a fare "quanto necessario per assicurare che l'inflazione in Australia ritorni all'obiettivo nel tempo ". [1]

Inflazione elevata ed economia resiliente

Come altri paesi - anche se in misura minore - l'Australia è afflitta da un'inflazione elevata, dovuta alla pandemia e alla guerra in Ucraina, che ha innescato il passaggio alla stretta monetaria.

L'indice dei prezzi al consumo (CPI) ha registrato un'impennata del 5,1% nel primo trimestre (su base annua) e la banca centrale prevede un aumento fino al 6% nel secondo semestre [2]. Nel comunicato odierno, la banca centrale ha rilevato che l'inflazione "è aumentata in modo significativo ".

Nonostante gli shock esterni, l'economia australiana sembra essere in buona forma, come abbiamo già commentato in precedenza, e la RBA ha dichiarato oggi che è "resiliente ". I dati della scorsa settimana hanno mostrato un rallentamento del PIL nel primo trimestre, con una crescita del 3,3% su base annua rispetto al 4,4% (rivisto), ma si tratta comunque di una performance solida.

Inoltre, il tasso di disoccupazione australiano si è attestato al 3,9% in aprile, il livello più basso in quasi 50 anni, mentre il rapporto di maggio è atteso per la prossima settimana.

La combinazione di un'inflazione elevata e di un'economia resistente favorisce l'aggressivo inasprimento della banca centrale, anche se non mancano le incertezze.

RBA vs Fed USA

Anche la Federal Reserve degli Stati Uniti ha effettuato quest'anno rialzi dei tassi d'interesse di 75 punti base e ha indicato una manovra di mezzo punto percentuale nelle prossime due riunioni. Dopo l'ultima decisione di maggio, è sembrato che la RBA sia diventata un po' conservatrice, il che ha senso vista la contrazione del PIL nel 1° trimestre e il fatto che l'inflazione ha mostrato segni di attenuazione.

La scorsa settimana, tuttavia, abbiamo assistito a uno sforzo da parte di vari funzionari per riaffermare la tendenza al rischio della banca e la sua volontà di far scendere l'inflazione. Il vicepresidente Brainard, ad esempio, ha dichiarato che "In questo momento è molto difficile vedere il caso di una pausa " e ha aggiunto che "Abbiamo ancora molto lavoro da fare per far scendere l'inflazione al nostro obiettivo del 2%" in un'intervista alla CNBC. [3]

Il differenziale di politica tra le due banche centrali si è ora notevolmente ridotto, ma potremmo avere un'idea più precisa delle intenzioni della Fed dopo luglio, nella decisione della prossima settimana, che includerà anche le proiezioni aggiornate dello staff.

Reazione AUD/USD

La coppia ha avuto un'impennata dopo l'aggressivo rialzo di 50 punti base da parte della RBA, ma il sentimento generale è contrario e la coppia è in rosso. L'avanzata di tre settimane è stata contenuta dalla EMA a 200 giorni venerdì, mentre la nuova è partita in contropiede.

Nikos Tzabouras

Senior Market Specialist

Nikos Tzabouras is a graduate of the Department of International & European Economic Studies at the Athens University of Economics and Business. He has a long time presence at FXCM, as he joined the company in 2011. He has served from multiple positions, but specializes in financial market analysis and commentary.

With his educational background in international relations, he emphasizes not only on Technical Analysis but also in Fundamental Analysis and Geopolitics – which have been having increasing impact on financial markets. He has longtime experience in market analysis and as a host of educational trading courses via online and in-person sessions and conferences.

Fonti

1

Consultato il 07 Giu 2022 https://www.rba.gov.au/media-releases/2022/mr-22-14.html

2

Consultato il 07 Giu 2022 https://www.rba.gov.au/publications/smp/2022/may/economic-outlook.html

3

Consultato il 07 Ago 2022 https://www.cnbc.com/2022/06/02/fed-vice-chair-lael-brainard-says-its-hard-to-see-the-case-for-the-fed-pausing-rate-hikes-.html

Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}