L’ultimo rapporto sull’occupazione australiana sostiene AUD/USD e le prospettive di inasprimento della RBA

Dati economici australiani

Il tasso di disoccupazione australiano è sceso ad aprile al più basso livello dal 1974, attestandosi al 3,9% dal precedente 4%, come mostrano i dati odierni. Il resto del rapporto, tuttavia, è stato meno impressionante, poiché sono stati aggiunti solo 4K posti di lavoro (dal precedente +17,9K), mentre il tasso di partecipazione è sceso al 66,3% (dal precedente 66,4%).

Alla fine di aprile, l'inflazione CPI (Headline CPI) è balzata del 5,1** nel primo trimestre dell'anno (anno su anno), dal 3,5% precedente. La media troncata, che esclude i grandi aumenti e cali dei prezzi, è salita al 3,7% su base annua, il livello più alto da marzo 2009.

Sul fronte del PIL, l'economia è cresciuta nell'ultimo trimestre del 2021, poiché il Prodotto Interno Lordo è aumentato del 3,4% rispetto al trimestre precedente e del 4,2% su base annua.

Proiezioni della Reserve Bank of Australia

All'inizio della giornata, la banca centrale australiana ha pubblicato lo Statement on Monetary Policy (SOMP), che include le proiezioni economiche aggiornate.

La RBA vede il tasso di disoccupazione scendere ulteriormente, fino al 3,5% all'inizio del 2023 e si aspetta che "rimanga intorno a questo livello in seguito ".

L'inflazione dovrebbe salire ulteriormente, con l'indice dei prezzi al consumo (CPI) che raggiungerà un picco di circa il 6% nella seconda metà dell'anno, un grande balzo rispetto alla precedente previsione del 3,25%.

Il prodotto interno lordo dovrebbe scendere al 3,25%** nella prima metà dell'anno, con una forte riduzione rispetto alle precedenti proiezioni del 5%, mentre nella seconda metà dovrebbe attestarsi intorno al 4,25%,

Percorso di inasprimento della RBA

La Reserve Bank of Australia è rimasta molto indietro rispetto alle sue principali controparti nella riduzione dello stimolo monetario, ma quest'anno è diventata sempre più falco (o meno dovish). A febbraio ha smesso di acquistare titoli di Stato e all'inizio del mese ha aumentato i tassi di interesse per la prima volta dal novembre 2010. [2]

Si è trattato di un aggiustamento di 25 punti base e il Consiglio di amministrazione ha indicato un ulteriore inasprimento in futuro, osservando che per ridurre l'inflazione "sarà necessario un ulteriore aumento dei tassi di interesse nel periodo a venire ".

La Federal Reserve statunitense, tuttavia, è molto più aggressiva nell'inasprire la politica monetaria, visto che questo mese ha effettuato il secondo rialzo consecutivo dei tassi e il più consistente in oltre 20 anni, mentre il presidente Powell ha riaffermato questa settimana l'orientamento da falco della banca e il suo impegno nella lotta all'inflazione, con i suoi commenti al Future of Everything Festival del Wall Street Journal. [3]

Sentimento di rischio

Il sentiment di mercato è sceso in picchiata mercoledì, all'indomani della retorica da falco di Powell e dei pessimi risultati trimestrali dei principali retailer statunitensi. Target (TGT.us) ha subito un colpo agli utili e ai margini e i cattivi risultati del settore hanno aggravato i timori di stagflazione.

Oggi l'umore sembra aver mostrato segni di miglioramento, in parte aiutati da ulteriori commenti sulle prospettive di taglio da parte degli Stati Uniti di alcune tariffe imposte dalla precedente amministrazione cinese. Il Segretario al Tesoro degli Stati Uniti, sig.ra Yellen, ha dichiarato che le discussioni sono "in corso nell'amministrazione "*, aggiungendo di ritenere opportuna un'azione in tal senso. [4]

Il resto del calendario economico non prevede comunicati economici di rilievo, ma le elezioni australiane si svolgono sabato 21 maggio.

Analisi AUD/USD

I dati di oggi sulla disoccupazione australiana sostengono le prospettive di inasprimento della banca centrale e, insieme ai toni di rischio migliori che si stanno diffondendo nell'area Asia-Pacifico, la coppia ha ripreso a salire. Questo potrebbe dare un'altra possibilità di rompere sopra la metà di 0,7000, ma siamo cauti riguardo alle aspirazioni ascensionali in questa fase. Per superare l'area 0,7086-0,7100 sarà necessario un clima di rischio sostenuto.

Il sentimento del mercato è fragile, poiché gli investitori monitorano diversi fattori di rischio, come le prospettive di stagflazione e, nonostante la spinta dei dati odierni, AUD/USD si trova in una posizione precaria. Lo slancio al ribasso è intatto e potrebbe portare a nuove pressioni verso 0,6900, ma i minimi di due anni della scorsa settimana (0,6829) sembrano ormai lontani.

Nikos Tzabouras

Senior Market Specialist

Nikos Tzabouras is a graduate of the Department of International & European Economic Studies at the Athens University of Economics and Business. He has a long time presence at FXCM, as he joined the company in 2011. He has served from multiple positions, but specializes in financial market analysis and commentary.

With his educational background in international relations, he emphasizes not only on Technical Analysis but also in Fundamental Analysis and Geopolitics – which have been having increasing impact on financial markets. He has longtime experience in market analysis and as a host of educational trading courses via online and in-person sessions and conferences.

Fonti

2

Consultato il 19 Mag 2022 https://www.rba.gov.au/media-releases/2022/mr-22-12.html

3

Consultato il 19 Mag 2022 https://www.youtube.com/watch

4

Consultato il 02 Lug 2022 https://home.treasury.gov/news/press-releases/jy0793

Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}