La Fed potrebbe non essere in grado di togliere il piede dall’acceleratore

La Fed esiste per adempiere al suo duplice mandato: raggiungere la massima occupazione e la stabilità dei prezzi, definita come inflazione al 2% nel lungo periodo. Nel comunicato stampa del 27 luglio si legge: "Il Comitato è fortemente impegnato a riportare l'inflazione al suo obiettivo del 2%"

Le preoccupazioni sull'inflazione hanno guidato il mercato da quando il presidente della Fed ha annunciato il ritiro del termine "transitorio" nel suo discorso ai legislatori il 30 novembre dello scorso anno. Tuttavia, riteniamo che i mercati abbiano scontato un aumento dell'inflazione già prima di questo annuncio, dal settembre 2021

Consideriamo i tassi di variazione annuali dell'IPC core e del PCE core

Fonte: www.tradingview.com

In primo luogo è importante notare che il PCE core è probabilmente l'indicatore di inflazione migliore. Questo perché ha un aspetto dinamico che tiene conto dei sostituti più economici. Inoltre, è più ampio e prende in considerazione i beni venduti dalle imprese (il CPI non tiene conto dei sostituti più convenienti e considera solo i beni acquistati dalle famiglie).

Nonostante ciò, hanno una forte correlazione ed entrambe le serie sono salite a partire dal 30 maggio (orizzontale tratteggiata in blu). Inoltre, questo slancio arriva quando il PCE core è ancora al 2,79% dall'obiettivo della Fed (freccia rossa in basso). I recenti movimenti di mercato sono stati stupefacenti grazie alla garanzia, contenuta nella dichiarazione di mercoledì, che la Fed si impegna a raggiungere l'obiettivo del 2%. I tassi reali sono diminuiti notevolmente dopo la conferenza stampa del presidente della Fed

Fonte: www.tradingview.com

Il tasso reale a 10 anni è a soli 7 pb dallo 0 (grafico a linea nera), mentre quello a 5 anni è a 7 pb sotto lo 0 (grafico a linea rossa). Dato che i tassi d'interesse sono inclusi nel denominatore del valore temporale del denaro, questa riduzione è favorevole ai valori attuali. In altre parole, agisce contro i capricci e i desideri dell'intenzione dichiarata della Fed di controllare l'inflazione

Supponendo che l'inflazione rimanga l'obiettivo principale della Fed, il calo dei tassi reali è un'anomalia direzionale. Pertanto è opportuno essere cauti: o il mercato si rende conto del suo errore o un funzionario della banca centrale lo comunicherà al mercato.

Russell Shor

Senior Market Specialist

Russell Shor joined FXCM in October 2017 as a Senior Market Specialist. He is a certified FMVA® and has an Honours Degree in Economics from the University of South Africa. Russell is a full member of the Society of Technical Analysts in the United Kingdom. With over 20 years of financial markets experience, his analysis is of a high standard and quality.

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}
Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.