I NAS100 sono in una situazione pericolosa all’indomani del massiccio rialzo dei tassi della Fed

Analisi NAS100

La Federal Reserve degli Stati Uniti ha effettuato mercoledì il terzo e più grande aumento dei tassi in quasi 30 anni, con una massiccia mossa di 75 punti base, contrariamente ai recenti commenti contrari a un adeguamento così aggressivo. Questa azione storica è arrivata in risposta agli ultimi dati sull'inflazione, dal momento che l'IPC è balzato all'8,6%** su base annua a maggio, il livello più alto degli ultimi quattro decenni

I timori di stagflazione sono cresciuti in quanto il percorso di inasprimento anticipato della Fed crea il rischio di un rallentamento, con l'economia statunitense che si è già contratta nel primo trimestre. Questo contesto di inflazione elevata e tassi in aumento, insieme al rallentamento economico, è dannoso per il mercato azionario statunitense.

L'SPX500 ha chiuso lunedì in ribasso, mentre il NAS100 è in ribasso da un bel po', dato che il settore tecnologico e i titoli growth sono più vulnerabili a queste condizioni. Al momento della stesura del presente documento, l'indice ha perso oltre il 30% rispetto ai massimi storici di novembre.

Wall Street ha reagito positivamente all'annuncio di mercoledì, poiché gli investitori si aspettavano un rialzo massiccio da parte della Fed, mentre Powell ha parlato di una mossa "insolitamente grande " e non si aspetta un aggiustamento dei tassi più consistente nella prossima riunione di luglio. [1]

Sembra quindi che l'orientamento da falco della Fed abbia raggiunto il suo apice e questo potrebbe potenzialmente contribuire a mettere un pavimento sotto il mercato azionario, ma è decisamente troppo presto per parlarne. I responsabili politici hanno ribadito la loro determinazione a combattere l'inflazione e, sulla base della proiezione mediana aggiornata, prevedono tassi di interesse al 3,4%, dall'attuale 1,5-1,75%.

Dopo l'iniziale reazione positiva, il NAS100 è crollato giovedì ai minimi degli ultimi due anni e rischia ora di superare quota 10.673, anche se per ulteriori perdite, che porterebbero a 10.088, sarà necessario un nuovo impulso.

D'altra parte, oggi trova una tregua e un tentativo di raggiungere nuovi massimi settimanali (11.758) non ci sorprenderebbe, ma fatichiamo a vedere in questa fase cosa potrebbe portare a una ripresa più ampia che minaccerebbe l'EMA200 (a circa 12.400).

Dal calendario economico di oggi, ci aspettiamo la Produzione industriale degli Stati Uniti, mentre prima è atteso il Presidente Powell. I mercati azionari statunitensi rimarranno chiusi lunedì, quindi sarà interessante vedere in che stato d'animo torneranno i trader del NA dopo il lungo weekend.

Nikos Tzabouras

Senior Market Specialist

Nikos Tzabouras is a graduate of the Department of International & European Economic Studies at the Athens University of Economics and Business. He has a long time presence at FXCM, as he joined the company in 2011. He has served from multiple positions, but specializes in financial market analysis and commentary.

With his educational background in international relations, he emphasizes not only on Technical Analysis but also in Fundamental Analysis and Geopolitics – which have been having increasing impact on financial markets. He has longtime experience in market analysis and as a host of educational trading courses via online and in-person sessions and conferences.

Fonti

1

Consultato il 07 Ago 2022 https://www.federalreserve.gov/mediacenter/files/FOMCpresconf20220615.pdf

Disclosure

Questi materiali costituiscono una comunicazione di marketing e non prendono in considerazione le circostanze personali, l'esperienza di investimento o la situazione finanziaria attuale. Il contenuto è fornito come commento di mercato generale e non deve essere interpretato come contenente alcun tipo di consiglio di investimento, raccomandazione di investimento e/o sollecitazione per qualsiasi investimento. Questa comunicazione di mercato non implica o impone l'obbligo per l'utente di eseguire un'operazione di investimento e/o acquistare prodotti o servizi di investimento. Questi materiali non sono stati preparati in conformità ai requisiti legali progettati per promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non sono soggetti ad alcun divieto sul trading prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

FXCM e le sue affiliate non saranno in alcun modo responsabili nei tuoi confronti per eventuali inesattezze, errori o omissioni, indipendentemente dalla causa, per il contenuto di questi materiali o per eventuali danni (diretti o indiretti) che potrebbero derivare dall'uso di tali materiali, servizi e il loro contenuto. Di conseguenza, chiunque agisca in base ad essi lo fa a proprio rischio. Assicurati di aver letto e compreso la nostra clausola di esclusione di responsabilità completa relativa alle informazioni precedenti, a cui è possibile accedere qui.

Performance passate: le performance passate non sono rappresentative dei risultati futuri.

${getInstrumentData.name} / ${getInstrumentData.ticker} /

Borsa: ${getInstrumentData.exchange}

${getInstrumentData.bid} ${getInstrumentData.divCcy} ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%) ${getInstrumentData.priceChange} (${getInstrumentData.percentChange}%)

${getInstrumentData.oneYearLow} 52/wk Range ${getInstrumentData.oneYearHigh}